Connect with us

Hi, what are you looking for?

INCHIESTA SULLA CINA

Video choc di un interrogatorio della polizia cinese: «Perché parli male di noi su WeChat?»

Pubblicato da @ningxianhua e retwittato da Edward Snowden, il video che riprende un uomo immobilizzato in una struttura metallica e interrogato della polizia a proposito di alcuni suoi post su WeChat e QQ riguardanti i sequestri di alcune moto da parte della polizia, la dice lunga sul livello di pervasività della privacy personale raggiunto in quel paese, una triste conferma di quanto vi abbiamo raccontato alcune settimane fa con il nostro reportage. Questione su cui sarebbe bene riflettere anche alle nostre latitudini dove, pur non essendoci (grazie a Dio!) un regime comunista, siamo comunque sotto la lente d’ingrandimento di un grande fratello orwelliano che tutto vede e ascolta, ovviamente indisturbato, grazie a menefreghismo, superficialità e connivenza dei media mainstream.

Written By

Articoli che potrebbero interessarti

Politicamente corretto

Nome: Democratici, Nickname: Hacker russi. In sintesi, è ciò che emerge dai Twitter Files divulgati da Elon Musk per mano del giornalista Matt Taibbi,...

Comunicazione

Nel libro “How to build the most valuable asset of any business”, Donald Trump spiega un concetto che ci aiuterà a interpretare la sua...

Innovazione

Entrando nella sede di Twitter con un lavandino in braccio, Elon Musk ha chiaramente emulato Marcel Duchamp per lanciare un messaggio molto netto: la...

INCHIESTA SULLA CINA

L’Occidente è sempre più sottomesso alla Cina. Lo siamo a tal punto che riusciremmo a giustificarli perfino se domattina sganciassero l’atomica su Washington: per...