Connect with us

Hi, what are you looking for?

POLITICA USA

Wayne Messam: “I sindaci sono i migliori candidati”

Messam ha dichiarato nella sua campagna “il sogno americano è reale per me … dobbiamo riportarlo indietro per ogni americano”.
E’ sposato e ha tre figli, ha origini giamaicane ed è un ex giocatore di football della NFL.
Messam è proprietario di una società di costruzioni, ed è anche presidente del National Black Caucus of Local Elected Officials, la Società Nazionale di funzionari Afro-Americani. Sostiene che i sindaci sono i migliori candidati da giudicare perché “il loro operato si vede subito”.
 I suoi obiettivi sono quelli di reprimere la violenza armata, combattere i cambiamenti climatici e “ripristinare la promessa dell’America”.

Età: 44 (in politica da 8 anni)

Sito web: www.wayneforusa.com

Slogan: ‎Change can’t wait

Followship: twitter: 8.562      facebook: 2.764        instagram: 5.818

A chi piacerà: chiunque sia alla ricerca del sostegno del partito al controllo delle armi e alla scienza del clima.  
A chi no
: ai cittadini che pensano che un presidente debba avere esperienza prima come membro del Congresso e poi come governatore;

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy e allo IED, è autore di 7 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

POLITICA USA

Donald Trump e Joe Biden si sono sfidati su sei argomenti principali: Covid-19, questione razziale, condizione delle famiglie americane, cambiamento climatico, capacità di leadership...

POLITICA USA

Nella notte tra il 29 e il 30 settembre si è disputato a Cleveland, in Ohio, il primo dibattito fra i due candidati alla...

POLITICA USA

È stato definito come “il peggiore dibattito della storia”. E, questa storia, nasce 60 anni fa. Il dibattito fra Donald Trump e Joe Biden...

POLITICA USA

All’inizio della scorsa campagna elettorale Donald Trump non piaceva nemmeno a me, tant’è che grazie alla mia esperienza nei panni del candidato Alex Anderson...