Connect with us

Hi, what are you looking for?

POLITICA USA

Tulsi Gabbard, ex soldato di guerra ora ha deciso di tornare a combattere

Il 2 febbraio Tulsi Gabbard si candida ufficialmente alle elezioni presidenziali del 2020.
È stata il primo membro indù del Congresso, rappresentante delle Hawaii e ha fatto parte dell’esercito Americano prestando servizio in Iraq e in Kuwait: tra i suoi primati c’è anche quello di essere stata la prima donna reduce di guerra a diventare deputata, nel 2012.
Definisce queste elezioni una “lotta per l’anima” dell’America.
Nel 2017 si schierò con il presidente russo Vladimir Putin contro Obama sull’intervento statunitense in Siria: era pronta a incontrare chiunque potesse collaborare per porre fine alla guerra in Siria.
La sua campagna si pone come obiettivo quello di tagliare le tasse sulle piccole imprese e sugli agricoltori, ridurre i costi militari ponendo fine alle guerre e ridurre l’acquisizione di armi nucleari.

Età: 38 (in politica da 18 anni)

Sito web: www.tulsi2020.com

Slogan: Lead with Love

Followship: twitter: 542.898    facebook: 377.483   instagram: 194.000

A chi piacerà: veterani, alcuni progressisti, elettori che cercano di ridurre le spese militari.

A chi no: le persone che l’islam una minaccia e i sostenitori del commercio globale.

Written By

è consulente di marketing strategico, keynote speaker e docente di branding e marketing digitale all’International Academy of Tourism and Hospitality. È stato inviato di «Vanity Fair» negli Stati Uniti per seguire Donald Trump, a Kiev per la campagna elettorale di Zelensky, collabora con diversi media ed è autore di 10 libri. Nel 2016, per promuovere la versione inglese de Il Predestinato ha inventato la sua finta candidatura alle primarie repubblicane sotto le mentite spoglie del protagonista del romanzo, il giovane Congressman Alex Anderson. Una case history di cui si sono occupati i principali network di tutto il mondo.

Articoli che potrebbero interessarti

Comunicazione

Ho chiesto a Microsoft Copilot di raccontare la mia candidatura fake del 2016, ecco cosa ha scritto: Nel 2016, in piena campagna elettorale per...

English

Wars, illegal immigration, declining purchasing power, and the dictatorship of political correctness are the evils, and Trump is the cure. This sentiment fuels a...

English

First, let’s take a step back. In 2016, Alessandro Nardone, needing to launch his latest novel in the United States, first imagined and then implemented...

Comunicazione

Prima di tutto è necessario un passo indietro. Nel 2016 Alessandro Nardone, dovendo lanciare il suo ultimo romanzo negli Stati Uniti, prima immaginò e...