Connect with us

Hi, what are you looking for?

Innovazione

L’antitrust inglese apre un’inchiesta su Amazon-Deliveroo

L’Antitrust britannico ha aperto un’inchiesta a carico Amazon per gli investimenti in Deliveroo, il gigante di consegna di cibo a domicilio, per una possibile violazione delle norme sulla concorrenza. Si tratta di un’indagine formale che intende fare chiarezza sul finanziamento da 575 milioni di dollari che il gruppo di Jeff Bezos ha annunciato di fare.

Le autorità di Londra avevano messo gli occhi sull’affare lo scorso luglio, chiedendo ad Amazon di bloccare l’operazione. Il rischio paventato è che Deliveroo e Amazon operino come un’unica società, acquisendo troppo vantaggio competitivo a danno di altre aziende, come Uber Eats e Just Eat. Il settore delle consegne di pasti sta attirando sempre più investitori e recenti studi hanno affermato che nei prossimi anni il giro d’affari potrebbe raggiungere i 100 miliardi di dollari.

Dal canto suo Amazon aveva dichiarato che l’investimento porterà più posti di lavoro e una scelta migliore per i consumatori. Sul secondo punto non abbiamo dubbi, sul primo rimane il grande punto interrogativo dello sfruttamento di lavoratori sotto-pagati e a rischio.

La data dell’indagine istruttoria è stata fissata per il prossimo 11 dicembre, giorno in cui le autorità decideranno se aprire un procedimento o dare il via libera all’operazione. Almeno, però, a Londra qualche cosa si fa. Qui in Italia, invece, stiamo ancora aspettando l’applicazione delle norme a tutela dei riders e dei consumatori.

 

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy e allo IED, è autore di 7 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

Innovazione

Con la sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia europea  che ha annullato a Apple una multa da 13 miliardi di euro, si riaccende il dibattito...

TgPop

 La voce dei riders:  Riders in prima linea nei giorni del lockdown, e rider come settore rifugio per chi, per colpa della pandemia, ha...

TgPop

In Gran Bretagna gli inserzionisti non vogliono associare le proprie pubblicità a contenuti che usano le parole “coronavirus” e “covid19”. Una black list che...

TgPop

Si chiama Netflix Party, ed è un’estensione per Chrome che ci permette di non rinunciare alle serate film con gli amici. Una soluzione per...