Connect with us

Hi, what are you looking for?

Comunicazione

Il marketing spiegato da Steve Jobs

Steve Jobs spiega il suo differente approccio al marketing, attraverso il quale ha fatto di Apple una delle più grandi aziende del pianeta.

Ecco il testo del suo intervento:

Per me il marketing è sui valori. Questo è un mondo molto complicato. È un mondo molto rumoroso. E non stiamo cogliendo la possibilità di convincere la gente a ricordare molto di noi. Nessuna azienda! E così, dobbiamo essere veramente chiari su ciò che vogliamo che la gente sappia di noi. Ora Apple, per fortuna, è uno dei migliori brand insieme ad un’altra mezza dozzina in tutto il mondo. Proprio lì, con Nike, Disney, Coca-Cola, Sony… è un grande tra i grandi. Non solo in questo paese, ma in tutto il mondo. Ma anche un grande marchio ha bisogno di cura e investimenti, se vuole mantenere la sua rilevanza e vitalità. E il marchio Apple ha chiaramente sofferto di abbandono in questa zona negli ultimi anni. Dobbiamo parlarne! Il modo per farlo non è quello di elencare costi e spese. NON è parlare di bit e mega-hertz.

E nemmeno spiegare perché siamo meglio di Windows. L’industria lattiero-casearia ha cercato per 20 anni di convincervi che il latte fosse buono per voi. È una bugia, ma ci hanno provato in ogni modo. E le vendite sono calate. Poi hanno escogitato “Got Milk” e le vendite sono risalite. “Got Milk” non parlava del prodotto.

In realtà, si concentrava sulla mancanza di prodotto. Ma l’esempio migliore di tutti, e uno dei più grandi lavori di marketing che l’universo abbia mai visto, è Nike. Ricordate, Nike vende una merce. Vendono scarpe!!! Eppure, quando si pensa di Nike percepiamo qualcosa di diverso da una società che produce scarpe. Nei loro spot, come si sa, non sempre parlano del prodotto. Non hanno mai raccontato le loro suole ad aria e non ci hanno mai spiegato perché sarebbero meglio delle suole aria della Rebook. Cosa fa Nike per vendere le sue scarpe? Onora grandi atleti. E onora il grande sport. Ecco chi sono, questo è quello che sono! Apple ha spende una fortuna in pubblicità, e questo non si dovrebbe mai sapere… ma forse voi adesso lo sapete!

Quindi, quando sono arrivato qui, Apple aveva appena licenziato la sua agenzia di comunicazione, e c’era una competizione tra 23 agenzie che… “sai… in quattro anni da oggi dovremmo sceglierne una”. Alla fine abbiamo fatto saltare tutto e abbiamo assunto Chiat\Day, l’agenzia pubblicitaria con cui ho avuto la fortuna di lavorare anni fa e che ha dato vita a lavori che sono stati premiati, tra cui lo spot votato come il miglior annuncio pubblicitario mai realizzato, nel 1984 da Advertising Professionals. E… quando abbiamo iniziato a lavorare, circa otto settimane fa, la domanda che ci siamo fatti è stata: “I nostri clienti vogliono sapere chi è Apple e perché è qui… dove possiamo stare bene in questo mondo?” E quello che facciamo non sono scatole che aiutano le persone a svolgere il proprio lavoro, anche se lo facciamo bene. Lo facciamo meglio di quasi chiunque, in alcuni casi. Ma Apple è qualcosa di più! Al centro di Apple… il valore fondamentale è che noi crediamo che le persone animate da passione possano cambiare il mondo in meglio.

Questo è quello che noi crediamo! E abbiamo avuto l’opportunità di lavorare con persone così. Abbiamo avuto l’opportunità di lavorare con persone come te; con gli sviluppatori di software, con i clienti, che l’hanno fatto. In alcuni grandi, e alcuni piccoli modi. E noi crediamo che, in questo mondo, la gente possa cambiare in meglio. E che coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo sono quelli che in realtà lo fanno!

E così, quello che andremo a fare nella nostra prima campagna di marketing del marchio da diversi anni a questa parte, è di tornare a quel valore fondamentale! Un sacco di cose sono cambiate. Il mercato è in un luogo diverso da quello che complessivamente è stato un decennio fa. E Apple è completamente diversa, e il posizionamento di Apple è completamente diverso. E credetemi, i prodotti, la strategia di distribuzione e la produzione sono totalmente diversi … e noi lo abbiamo compreso. Ma i valori e i valori fondamentali non dovrebbero cambiare. Le cose in cui Apple riteneva fondamentali, sono le stesse cose che Apple applica oggi.

 

Written By

è consulente di marketing strategico, keynote speaker e docente di branding e marketing digitale all’International Academy of Tourism and Hospitality. È stato inviato di «Vanity Fair» negli Stati Uniti per seguire Donald Trump, a Kiev per la campagna elettorale di Zelensky, collabora con diversi media ed è autore di 10 libri. Nel 2016, per promuovere la versione inglese de Il Predestinato ha inventato la sua finta candidatura alle primarie repubblicane sotto le mentite spoglie del protagonista del romanzo, il giovane Congressman Alex Anderson. Una case history di cui si sono occupati i principali network di tutto il mondo.

Advertisement Il Predestinato 2

Articoli che potrebbero interessarti

English

I had written this in my last book and reiterated it in countless interviews, most recently on June 28: Donald Trump is a huge...

English

Following the recent jury verdict against former President Donald Trump, Alessandro Nardone, renowned author and strategic marketing consultant, predicts a triumphant return to the White House...

English

Giorgia embodies the authentic spirit of Italy, the belief in her people’s simple dreams, made up of the little everyday miracles. Tucking our children...

Comunicazione

In questa intervista racconto la strategia alla base del progetto di comunicazione di Centergross: media relations, relazioni istituzionali e brand journalism hanno fatto sì...