Connect with us

Hi, what are you looking for?

POLITICA USA

Elezioni, Trump cambia Campaign Manager

«Sono lieto di annunciare che Bill Stepien è stato promosso al ruolo di Campaign Manager»,  queste le prime parole del post con cui è lo stesso Trump ad annunciare l’avvicendamento tra Stepien e Brad Parscale che, continua il presidente USA, «è stato con me per molto tempo e ha guidato le nostre straordinarie strategie digitali e di dati, rimarrà in quel ruolo, pur essendo Senior Advisor della campagna. Entrambi sono stati fortemente coinvolti nella nostra storica vittoria del 2016 e non vedo l’ora di ottenerne un’altra altrettanto importante insieme», ha chiosato Trump, che ha poi affermato che «si tratta di un obiettivo in discesa, poiché i nostri sondaggi sono in rapida crescita, l’economia sta migliorando, i vaccini e le terapie saranno presto disponibili e gli americani vogliono strade e città sicure!».

Bill Stepien è stato uno degli advisor di Chris Christie, ex governatore del New Jersey e sin dal 2016 collabora con Trump in qualità di political director della Casa Bianca; nel 2017, a seguito delle elezioni di midterm, venne nominato vice di Parscale.

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy, è autore di 9 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

Innovazione

Entrando nella sede di Twitter con un lavandino in braccio, Elon Musk ha chiaramente emulato Marcel Duchamp per lanciare un messaggio molto netto: la...

Politica

Da settimane Giorgia Meloni subisce gli attacchi più disparati, non solo in merito alle proposte politiche ma anche sul piano piano personale. Una campagna...

Politica

Dal Governo De Gasperi II – che fu il primo dell’Italia repubblicana – a oggi si sono susseguiti 67 governi in 76 anni, con...

Politica

La realtà è che la sinistra italiana è costretta a voltarsi continuamente indietro perché non ha mai voluto guardare avanti. Tutti, dai politici all’intellighenzia...