Connect with us

Hi, what are you looking for?

Innovazione

Gli italiani sono sempre più smartphone-dipendenti

Se, fino a qualche anno fa, il computer era il principale se non l’unico strumento per navigare su internet, oggi lo smartphone sta diventando il dispositivo preferito in assoluto. Non solo dalle nuove generazioni.

Secondo l’ultimo rapporto di Audiweb Database, nel 2019 circa 33,3 milioni di individui si sono collegati alla Rete e il 73% di questi ha preferito il proprio telefono rispetto ad altri divece come Pc o tablet.

Lo smartphone si è dimostrato il dispositivo più usato indistintamente fra i giovani e gli adulti, compreso fasce d’età un tempo “out” come i cinquantenni e i sessantenni. I personal computer, invece, sono usati perlopiù da uomini con un’età superiore ai 70 anni.

La percentuale, poi, aumentata anche, su base mensile, in determinati periodi. Tanto che, per esempio, nel mese di dicembre, quando ci si affretta per comprare i regali di Natale e si cercano ristoranti o locali per passare l’ultimo dell’anno, l’uso dello smartphone è salito addirittura all’81% degli utenti, contro il 17% che ha scelto il tablet e il 46% che si è collegata anche dal proprio computer.

Su che cosa vertono le ricerche degli utenti? Innanzitutto, sui motori di ricerca (con 39,9 milioni di utenti), poi vengono le piattaforme di video e film (37,3 milioni di utenti), i social metwork (con 37,2 milioni di utenti) e i siti dedicati ai servizi e tool online (Internet Tools /Web Services, con 37,1 milioni di utenti). Seguono, infine, i portali generalisti (con 36,8 milioni), le news online (con 35,6 milioni) e i servizi di messaggeria online (Instant Messaging, con 34,9 milioni).

Sorprende, invece, che i siti di e-commerce e spesa online risultino ancora tra gli ultimi nelle preferenze. In Italia il commercio online è diffuso ma, in genere, le persone preferiscono vedere fisicamente prima di acquistare e, comunque, usano di più il computer per questo genere di attività.

Se il divario digitale fra Nord e Sud del Paese rimane ancora un problema (a cominciare dai servizi pubblici e per l’accesso privato alla banda larga), nel 2019 i numeri relativi al Meridione si sono comunque rialzati.

Dai dati sulla provenienza geografica degli utenti, per esempio a dicembre, risulta che ,nel giorno medio, erano online il 58,6% della popolazione del Nord Ovest (9,4 milioni), il 56,2% della popolazione del Nord Est (6,2 milioni), il 56% dell’area Centro (6,5 milioni) e il 53,7% dell’area Sud e Isole (11,3 milioni).

Così il web-mobile è diventato a tutti gli effetti il device per eccellenza del mercato informatico, con indicatori destinati alla crescita e un futuro ricco di opportunità.

 

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy e allo IED, è autore di 7 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

English

Many fans of the Matrix trilogy will certainly remember the famous definition of Morpheus who, explaining to Neo the differences between the real world...

Cultura

intuizione di Maria Pia Rossignaud e Derrick de Kerckhove: il «gemello digitale», ovvero il nostro io convertito nei bit di cui è composta la...

Innovazione

Accelera la crescita degli acquisti online di prodotti: l’eCommerce raggiungerà i 22,7 miliardi nel 2020 (+26%), 4,7 miliardi di euro in più rispetto al...

Privacy

Che le nostre informazioni condivise sui social, cercate in rete o lasciate sullo smartphone, non siano al sicuro ormai è noto (all’argomento abbiamo dedicato...