Connect with us

Hi, what are you looking for?

Bibbiano

Bibbiano: anche minimizzare è strumentalizzare

Prima di parlare di Bibbiano sarebbe necessario fare un bel respiro, socchiudere gli occhi, e pensare che si tratta di bambini strappati alle proprie famiglie. Non dico tanto, ma almeno provate a rifletterci per qualche secondo, e se nemmeno questo riesce a chiudervi la vena della partigianeria, allora provate a immedesimarvi in un padre o una madre a cui hanno portato via ingiustamente il figlio. Lo dico perché sono davvero patetiche le scene di giubilo di quest’oggi, animate da gran parte del mainstream che, come al solito, dimostra la propria parzialità utilizzando le dichiarazioni del presidente del Tribunale dei Minori di Bologna, Giuseppe Spadaro, per lasciar intendere che il “caso Bibbiano” si sia sostanzialmente sgonfiato. Asserzione falsa e fuorviante.

I tanti perché li troverete negli articoli che abbiamo raccolto in uno speciale, per i quali devo ringraziare i nostri Federico Gennaccari e Carlo Cattaneo, con quest’ultimo che è l’autore di quello che reputo un pezzo di giornalismo di alto livello, ossia l’intervista a Maurizio Tortorella – autore del libro Bibbiano e dintorni – con la quale ha scandagliato pezzo per pezzo non soltanto Bibbiano, ma anche e soprattutto il “sistema”: parliamo di 40mila battute realizzate sulle carte, ovvero sugli atti ufficiali dei procedimenti in corso.

Se ancora non l’avete fatto, vi consiglio di leggere tutte e tre le puntate: la prima, in cui Tortorella fa una panoramica del sistema degli affidi, la seconda, pubblicata ieri, in cui spiega alla perfezione le criticità dei tribunali dei minori e la terza, uscita oggi, sul ruolo di Foti. Ripeto, si parla di fatti, non di propaganda politica, che peraltro nel corso dell’intervista lo stesso Tortorella liquida con parole lapidarie.

Leggete e fatevi un’idea. Fatto sta che al netto di tutto, se è vero che strumentalizzare una vicenda drammatica come questa è sbagliato, è altrettanto vero che questo principio non debba valere uniteralmente: ergo, è sbagliato anche minimizzare, poiché chi in queste ore se la ride affermando che in fondo non è successo nulla non fa un dispetto a Salvini, ma manca di rispetto alle famiglie che hanno vissuto e stanno tutt’ora vivendo quel genere di tragedie che non augureremmo nemmeno al peggior nemico.

Restiamo umani. Parliamo di Bibbiano.

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy e allo IED, è autore di 7 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

Politica

Pur con tutti i limiti e i contrasti ormai consegnati ai libri di storia, l’offerta politica del Centrodestra pre-Pdl e pre-social era piuttosto chiara,...

Privacy

Facciamo un sogno collettivo: immaginate per un attimo di essere imprigionati in una stanza le cui pareti sono quattro enormi display che vi bombardano...

11 settembre

In occasione del ventennale dell’11 settembre, ripropongo questo mio editoriale di due anni fa. Buona lettura, AN   Alzi la mano chi non rammenta...

Comunicazione

L’intervento di Alessandro Nardone durante la conferenza stampa per la presentazione di Winter Melody, l’evento di moda organizzato da Centergross Bologna, contestualmente al quale...