Connect with us

Hi, what are you looking for?

ROME, ITALY - MAY 17: Luigi Di Maio, Leader of 5-Star Movement (M5S) talks on the phone during a new day of meetings for the formation of the new government on May 17, 2018 in Rome, Italy. Today, 5-Star Movement (M5S) leader Luigi Di Maio said that he is confident a deal with the League on the program for a new government will be reached by the end of the day. (Photo by Antonio Masiello/Getty Images)

Politica

Pronto, c’è Gigi?

Pronto, chi parla?
Sono io, Bibbiano.
Ah… che bella sorpresa… ehm, perché mi chiami col numero privato?
Mi prendi in giro? Perché altrimenti saresti andato avanti a non rispondermi!
Ma che dici…
Che dico io? Sei tu quello che si sta rimangiando tutto quello che diceva fino all’altro giorno.
Ma no, ti sbagli, guarda che io continuerò…
A fare cosa? Ad attaccare chi ha creato questo scempio?
Certo!
Ah sì, quindi ti ci sei alleato per attaccarli meglio?
Questo non c’entra!
Non c’entra? Quindi mi stai dicendo che ci avete presi in giro per tutta l’estate, che la vostra era solo propaganda per cavalcare la cosa finché tirava sui social.
Ma…
Ma un cazzo! Bambini strappati ingiustamente alle loro famiglie, abusati, soggiogati… e tu che fai? Un governo con quelli che si ostinano a difendere questo sistema… vaffanculo!
Guarda che io, cioè noi andremo a fondo su questa cosa…
Ma smettila, che sei patetico. Senti c’è qui un’amica comune, te la passo.
Pronto, chi è?
Sono Etruria.
Ahhh, ciao, da quanto tempo…
Da quanto tempo lo dico io, si fa in fretta a scordarsi delle cause che si sostengono, soprattutto quando in ballo ci sono le poltrone, vero?
Ma che poltrone, hai visto il video? Io ho anche rinunciato a…
A cosa? A fare il governo con quelli che accusavi avere responsabilità nel disastro che ha coinvolto migliaia di risparmiatori?
Ma loro non faranno i ministr…
Vaffanculo, va! Senti, non attaccare, che c’è qui un’altra amica che vuole parlarti.
Ma io devo andare…
No, dove vai, sono io, l’immigrazione.
Hey, ciao…
Ma cos’è, ti è morto il gatto? Su con la vita, guarda che io sono contenta!
Ah sì? Davvero?
Certo! Finalmente adesso potrò riprendere a fare quello che mi pare: riaprirete i porti, aiuterete le ONG, farete lo Ius Soli … non vedo l’ora!
Guarda che per noi la sicurezza continuerà a essere importante…
Ahahah, ma che dici! La sicurezza? Con chi, con quelli? Sii serio, dai…

Qualche ora dopo, a casa di Beppe…

Ciao Beppe…
Ciao…
Senti, ma tu sei davvero sicuro di quello che stiamo facendo?
Mi chiedi se sono sicuro? Ma allora non hai capito niente! Apri la mente, pensa che dall’altra parte della terra in questo momento c’è un contadino che usa l’agricoltura biologica per coltivare i piselli che nutriranno i nostri pronipoti fra 150 anni… pensa che se io mi stacco un capello e lo inserisco in questa provetta qui, fra 80 anni saranno in grado di clonarlo, e io rinascerò uguale a come sono adesso! Tutto questo è meraviglioso!
Sì, ma col governo che c’entra?
Governo? Quale governo?
Come quale governo, quello che oggi si deve votare su Rousseau!
Rousseau? Ma che cazzo dici? Ma chi sei tu? Cosa vuoi da me?
Come chi sono? Sono io, Gigi!
Gigi? Io non conosco un cazzo di nessun Gigi! Guendalinaaaaaaaaa! Cazzo, merda, vaffanculo, vieni qui e portati via questo belin d’un rompicoglioni!
Signora Guendalina, ma che succede, perché fa così?
Lo lasci stare… non lo sapeva? Ogni 7 o 8 anni il signor Beppe ha un’amnesia e cambia personalità.
Amnesia? Cambia personalità? E adesso che gli dico io a questi? L’accordo l’ha voluto fare lui, mica io!
Mi dispiace, ma non posso proprio aiutarla… provi a sentire lui…
Chi, lui lui?
Sì, lui…

Dieci minuti dopo…

Pronto, c’è Gigi?
Sai che sono io, perché ogni volta devi fa ‘sta battuta cretina?
Eddai, stai su, che oggi è il grande giorno!
Se se, grande giorno… Beppe ha dato di matto, blaterava di contadini, capelli clonati… e non mi riconosceva più!
Eh, ma si sapeva che prima o poi sarebbe successo, negli ultimi giorni stava degenerando.
Ma come, tu lo sapevi?
Certo.
Perché non me lo hai detto?
Mi hai preso per uno scemo? Sennò chi lo faceva l’accordo con quelli?
Ho capito, ma adesso mi sono esposto io!
Mica solo tu, anche Giuseppi.
Sì, ma Giuseppi fa quello che diciamo noi, io sono il capo politico del…
Il capo de che?
Capo politico del Mo…
Ancora… senti, guarda che se non la fai finita ti disattivo l’account.
No, dai… l’account no.
L’account sì, se non la finisci di rompermi le palle.
Scusa, è che sono un po’ disorientato, sai, tutti questi cambiamenti… poi, prima dovevo fa il premium…
Premier, si dice premier, non premium…
Mi confondo sempre, premier, quorum… vabbè, che cambia, tanto sempre Giuseppi lo fa, io mai… ho anche arrivato a rinunciare a…
Ho arrivato… ma come parli? Hai proprio la congiuntivite, tu…
Senti, comunque io voto no…
Scusa, credo di non aver sentito bene, cosa fai tu?
Ehm… voto no… nno Angelo, che si è candidato al comitato di quartiere…
Ecco, bravo.

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy e allo IED, è autore di 7 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

Comunicazione

È la polarizzazione, bellezza. Un fenomeno che a parole tutti combattono ma che, nei fatti, tutti alimentiamo. Il problema, in primis, è di comunicazione,...

Politica

L’ennesimo spettacolo d’arte avariata andato in scena a Palazzo Chigi dovrebbe – come minimo – spingere Sergio Mattarella a prendere atto che ogni giorno...

Politica

Che il Conte Bis fosse un governo totalmente inadeguato era evidente a chiunque non avesse le fette di salame grillino sugli occhi, a prescindere...

Comunicazione

Secondo il dizionario “Oxford languages” il termine politainment indica un genere di programmi televisivi in cui temi politici si alternano con l’intrattenimento leggero. Ma...