Connect with us

Hi, what are you looking for?

POLITICA USA

“Clinton Cash”: in uscita il libro che può inguaiare Hillary

Il ruolo di Hillary Clinton come Segretario di Stato ha avuto un impatto diretto sugli interessi commerciali del magnate canadese Frank Giustra – un «amico di Bill», nonché tra i principali donatori della Fondazione Clinton – che ha beneficiato del sostegno dell’ex First Lady ottenendo, nel 2011, un accordo sul libero scambio. Questa la teoria sostenuta da un libro che, pur non essendo ancora uscito in libreria, sta già facendo parlare molto di sé.

L’autore è il conservatore Peter Schweizer, e il titolo non lascia spazio a interpretazioni: “Clinton Cash: la storia mai raccontata di come e perché i governi e le imprese straniere contribuiscono a rendere ricchi Bill e Hillary”; volume che potrebbe rivelarsi come un colpo micidiale ai danni dell’immagine di Hillary, già non propriamente “di bucato”.

L’uscita è prevista per il 5 maggio e, con il passare dei giorni, nei corridoi frequentati dagli addetti ai lavori si parla sempre più insistentemente degli effetti dirompenti che sarebbe in grado di scatenare la pubblicazione di una documentazione che dimostrasse incontrovertibilmente i vantaggi economici ricevuti dalla fondazione della famiglia Clinton – si parla di 2 miliardi di dollari – nel corso dei quattro anni in cui Hillary è stata a capo del Dipartimento di Stato.

Quanto al sostegno ricevuto da Giustra, lo staff della Clinton si è affrettato a diffondere una nota con cui spiegano che: «L’accordo era una priorità dell’amministrazione Obama, e le dichiarazioni dell’allora Segretario di Stato Clinton a sostegno della transazione riflettevano la posizione dell’intera amministrazione.»

Written By

Consulente di marketing digitale, docente alla IATH Academy e allo IED, è autore di 7 libri. È stato inviato di Vanity Fair alle elezioni USA dopo aver fatto il giro del mondo come Alex Anderson, il candidato fake alle presidenziali americane del 2016.

Articoli che potrebbero interessarti

INCHIESTA SULLA CINA

L’Occidente è sempre più sottomesso alla Cina. Lo siamo a tal punto che riusciremmo a giustificarli perfino se domattina sganciassero l’atomica su Washington: per...

Alex

«Ale, quando vieni a casa mia? Vorrei farti un ritratto con una nuova tecnica che sto mettendo a punto. Fidati, è una figata.», la...

Innovazione

Diciamolo, l’inchiesta che il WSJ ha ribattezzato “Facebook Files” è la scoperta dell’acqua calda, tutt’al più le rivelazioni di Frances Haugen sono l’ennesima conferma...

Politica

Pur con tutti i limiti e i contrasti ormai consegnati ai libri di storia, l’offerta politica del Centrodestra pre-Pdl e pre-social era piuttosto chiara,...